Umidità e condensa nelle barche

Un fattore che gioca un ruolo chiave nella normale manutenzione dell’imbarcazione è il controllo dell’umidità. Molto spesso infatti assistiamo a problemi di condensa nella cabina della nostra barca, corrosione, muffe e cattivi odori che certamente non ci fanno sentire a nostro agio.

Come all’interno delle nostre abitazioni, l’umidità gioca un ruolo fondamentale per la salute nostra e del’ambiente in cui viviamo, ma deve essere controllata. Quindi se all’interno della nostra imbarcazione abbiamo un clima troppo secco per periodi prolungati, i danni li vedremmo nelle superfici in legno e le guarnizioni. È quindi importante avere una corretta gestione dei livelli di umidità e temperatura.

umidità-condensa-barca

I DANNI DELL’UMIDITÀ

ELETTRONICA

Avere un quadro generale del livello di umidità a bordo ci permette di risparmiare dei soldi in interventi di manutenzione straordinaria. Se analizziamo bene le conseguenza che può provocare la condensa , ci accorgiamo di quanto sia utile tenerla a bada.

Acerrima nemica delle apparecchiature elettroniche, l’umidità, può portare all’ossidazione di tutti le parti che compongono l’elettronica, proprio per questo motivo è utile pulirle periodicamente.

CONDENSA IN CABINA

Soprattutto dopo aver passato la nottata all’interno dell’imbarcazione, notiamo le superfici interne della nostra cabina bagnate, i vetri appannati e una sensazione di “aria pesante”.  Questo fenomeno è riconducibile all’umidità che produciamo nelle  nostre normali attività. La condensa nelle superfici della barca è l’origine di altri problemi quali muffe e cattivo odori.

Ma spesso riscontriamo questi problemi anche quando l’imbarcazione rimane disabitata per un certo periodo. Questo a causa del vapore acqueo presente nell’aria e dei continui cambi di temperatura.

Per approfondire “L’importanza di regolare la temperatura

condensa in barca

MUFFE  E CATTIVI ODORI

Una conseguenza dell’umidità ambientale e della condensa superficiale negli ambienti interni della nostra imbarcazione è sicuramente la formazione di muffe nelle zone più soggette a questo fenomeno. Di conseguenza si formeranno cattivi odori e la nostra sensazione di comfort tenderà ad abbassarsi.

Essendo la cabina un ambiente piccolo e circoscritto, la muffa nella nostra barca è un problema da non sottovalutare. Senza contare il danno estetico, dobbiamo preoccuparci degli effetti sulla nostra salute.

Le spore presenti nell’aria trovano terreno fertile nelle superfici umide dove si moltiplicano e generano le orrende chiazze e i cattivi odori. Per approfondimenti sulla muffa e come si forma “5  cose che non sai sulla muffa

DA COSA È CAUSATA

Come già detto in un precedente articolo, l’umidità è per natura presente nell’aria, ed è un bene altrimenti non riusciremmo a vivere bene. Ora se pensiamo che un’imbarcazione è poggiata su quel che è una fonte inesauribile di umidità, il mare, ci viene facile pensare come sia importante avere sotto controllo costantemente i valori all’interno della cabina. Di per se, essendo la cabina un ambiente piccolo e circoscritto, la principale causa siamo noi uomini con la nostra normale attività. Respirando, muovendoci produciamo vapore acqueo che si disperde nell’aria. A contatto con superfici più fredde, questa umidità dispersa nell’aria, condensa formando le classiche goccioline.

POSSIBILI SOLUZIONI

Sicuramente la soluzione più semplice e naturale consiste nel mitigare arieggiando l’ambiente. Ma non essendo un luogo in cui passiamo 365 giorni dobbiamo trovare qualche alternativa.

In questo caso dobbiamo ricorrere all’utilizzo di deumidificatori. Per questo scopo ne esistono di vari tipi ma possiamo dividerli in due categorie: elettrici o meno.

  • DEUMIDIFICATORI ELETTRICI: come dice il nome funzionano solo se collegati ad una fonte di energia elettrica. Funzionano come i classici deumidificatori che utilizziamo in casa;
  • DEUMIDIFICATORI NON ELETTRICI: soluzione interessante che consiste nell’uso di sali che attraggono l’umidità in un punto preciso per raccoglierla in un contenitore svuotabile. Si presentano come contenitori ricaricabili con sali o pastiglie.

LA NOSTRA ESPERIENZA

Ci siamo chiesti se la nostra esperienza nel campo potesse essere applicabile anche in un contesto come quello delle imbarcazioni, distaccato da quello dell’edilizia.

Abbiamo testato il nostro prodotto contro l’umidità di risalita, X-Flow, all’interno della cabina di una barca. Il risultato è stato sorprendente. A distanza di 30 minuti dal posizionamento del dispositivo la qualità dell’aria era nettamente migliorata e dopo un certo periodo il proprietario si ritiene pienamente soddisfatto per la notevole riduzione di condensa all’interno dell’ambiente.

x-flow-anti-umidità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close