Analisi intervento – Chiesa della Misericordia (Pistoia)

L’umidità negli edifici di interesse storico artistico è da sempre una piaga non facile da risolvere a causa dei molteplici vincoli imposti dalle soprintendenze. In questo articolo andremo ad esaminare un intervento effettuato nella sede della Misericordia di Pistoia, più precisamente nella chiesa adiacente agli uffici.

In questa sede è stato richiesto l’intervento dei nostri tecnici per risolvere problematiche relative alla risalita di umidità nelle murature perimetrali della chiesa. Infatti, molte aree presentavano chiazze di umidità e intonaco sgretolato. Oltre al fastidioso odore di umido.

È stato effettuato un primo sopralluogo per individuare l’entità del danno e gli interventi da eseguire. Quindi, attraverso strumentazioni all’avanguardia come termocamera e igrometro, sono stati individuate le problematiche del caso.

Al momento dell’installazione sorge una problematica: dove collocare il dispositivo? Essendo un luogo di interesse storico è importante non andare ad intaccare l’aspetto estetico della struttura. L’ubicazione più corretta è stata trovata sopra un travetto, non visibile dalla navata sottostante, senza apportare modifiche alla struttura dell’edificio. Il dispositivo è, infatti, solamente appoggiato. (vedi foto)

Sono stati effettuati più controlli durante l’anno, con cadenza di 90 giorni per verificare l’efficacia dell’intervento. In ognuno di questi sono stati ripetute le misurazioni e catalogati i risultati.

Con i dati alla mano possiamo affermare la reale efficacia del dispositivo. Vediamo dalle tabelle sottostanti notiamo un netto miglioramento della percentuale di umidità nelle murature.

Le misure ponderali vengono calcolate prelevando un piccolo campione di polvere umida dalla muratura, pesato e confrontato con lo stesso campione ma asciutto. La termobilancia permette alla polvere di asciugare e così ottenere le due misurazioni.

I seguenti valori sono stati presi con igrometro a contatto in due punti differenti interessati dalle problematiche di umidità ed in prossimità dei dispositivi. Rilevazione effettuata a 20 cm di altezza da terra.

Valori presi secondo le tabelle di comparazione igrometro dei diversi materiali da costruzione secondo normativa
austriaca O-NORM B3355 UNI11085/2003 – 11086/2003.

Anche la termocamera rileva un miglioramento delle condizioni termiche della muratura. Come possiamo vedere dalle foto soprastanti, mentre all’installazione si è riscontrata un’umidità generale su tutta l’altezza del muro, al controllo si può ben notare come questa si sia abbassata rientrando negli standard.

SCOPRI IL NOSTRO DISPOSITIVO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close